A Free Template From Joomlashack

A Free Template From Joomlashack

Newsletter



Ricevi HTML?

Cambieresti?
rete_infea_140_2.png

testata_infea_news.jpg
Home Notizie
Educazione ambientale sul tema “rifiuti” PDF Stampa E-mail

Lezioni in classe e visita agli impianti GRATUITA nei Comuni del Bacino

(fino a esaurimento dei posti disponibili)

 

Logo Alto Vicentino Ambiente s.r.l.

Il Laboratorio di Educazione Ambientale della Provincia di Vicenza in collaborazione con Alto Vicentino Ambiente srl, società partecipata dai 31 Comuni dell’Alto Vicentino e gestore del ciclo integrato dei rifiuti urbani, promuove per il 2010 un percorso specifico sul tema dei rifiuti e dell’igiene ambientale, che si inserisce nel contesto dell’offerta didattica più ampia del Laboratorio già inviata agli Istituti dell’Alto Vicentino a settembre 2009.

La sensibilizzazione dei giovani alla tutela dell’ambiente che li circonda, l’accrescimento del senso di responsabilità verso il proprio territorio, lo stimolo al cambiamento di atteggiamenti e azioni quotidiane volte ad innalzare il livello della qualità della vita sono solo alcuni degli obiettivi che gli educatori e gli insegnanti si pongono.

La nostra idea è quella di allargare le occasioni per il consolidamento di una coscienza territoriale più matura e più critica, nonché per attivare riflessioni sulla sostenibilità ambientale negli studenti di oggi, ovvero gli adulti e gli utenti dei servizi di domani.

 

Leggi tutto...
 
Giornata di formazione per guide di educazione ambientale PDF Stampa E-mail

Per dar seguito all'esperienza iniziata lo scorso anno, il Laboratorio di Vicenza ha proposto anche quest'anno una giornata di formazione per guide di educazione ambientale.

Nell’ottica di conoscere una alla volta le sedi di tutte le cooperative o associazioni aderenti al Laboratorio, la sede scelta per questo incontro, svoltosi lunedì 2 novembre, è stata quella di Ecotopia, a S. Ulderico di Tretto.
La volontà era quella di condividere conoscenze ed esperienze riguardanti il nuovo tema che da quest'anno viene proposto alle scuole, denominato “Natura Vicentina”, valorizzando così le competenze specifiche di ciascuna cooperativa o associazione che opera per il Laboratorio e mettendole in comune.Ciascuno ha quindi presentato quelle che sono le particolarità del territorio in cui opera solitamente, sottolineandone gli aspetti naturalistici più significativi.

Leggi tutto...
 
Le scuole “insegnano” il risparmio energetico: a Schio un progetto internazionale PDF Stampa E-mail

EGSRisparmio energetico: le buone pratiche partono dalla scuola. Schio torna a trasformarsi in un centro internazionale delle energie rinnovabili grazie al Liceo Tron che porta in città il primo incontro del progetto “Forum EGS – Energie Scuole Territorio”. Venerdì 9 ottobre 2009, nella sala espositiva del Lanificio Conte, i partner europei del progetto supportato dall’agenzia Intelligent Energy - Europe (IEE) dell’Unione Europea presenteranno alcuni progetti inerenti al tema del risparmio energetico e all’uso delle energie rinnovabili. L’incontro, aperto al pubblico, è il primo dei 13 Forum che saranno realizzati in 10 Paesi dell’Unione Europea. In Italia, oltre a Schio, i prossimi appuntamenti sono a Milano, Mantova e Trasimeno.

icon Il programma del workshop (190.59 kB)

Leggi tutto...
 
Conoscere le stagioni a tavola PDF Stampa E-mail

Si sente spesso dire che le stagioni non sono più quelle di una volta. Alcuni ne sono veramente convinti, e portano come prova dati scientifici. Altri sostengono che gli stessi dati vanno interpretati come normale fluttuazione statistica da valutare nel lungo periodo, e non nei singoli anni. Certamente ci sono numerosi eventi estremi che nell’insieme rappresentano un’anomalia, non tanto perché c’è un anno caldo, oppure nevoso, oppure piovoso.

Allora, per consolarci o per chiedere conferma alle proprie convinzioni, si parla con chi ha la memoria del passato, i nonni e gli anziani, e lì le differenze tra il passato ed il presente sgorgano numerose, non solo sulle stagioni! Tra tutte queste differenze, ci viene raccontato che la scansione delle stagioni era anche vissuta e contraddistinta da alcuni alimenti, frutti, ortaggi, cibi preparati, veri e propri indicatori stagionali e climatici, visto che indicavano se si era in anticipo o in ritardo rispetto a quanto detto nei proverbi legati alla vita dell’anno.

Per poter prolungare il periodo in cui si può gustare (o nutrirsi) con un determinato alimento stagionale, l’uomo da sempre ha applicato i sistemi di trasformazione o conservazione dei cibi come ad esempio la caseificazione per il latte, la salatura delle carni o gli insaccati, l’aggiunta di olio, zucchero, aceto , alcool e lo stesso sale per la conservazione, ma anche l’essicatura oppure il freddo. In epoche più recenti si sono aggiunti il sottovuoto, la sterilizzazione ed altri accorgimenti. Ma tutto è comunque legato alla “maturazione” di un prodotto che avviene in un preciso momento o in un periodo dell’anno. Solo che nel tempo si è progressivamente perso questo legame tra prodotto e stagione, a vantaggio di una maggior disponibilità e a scapito della stagionalità.

Leggi tutto...
 
Porta la sporta PDF Stampa E-mail

"Perché usare per pochi minuti un oggetto che può durare anche cento anni? Stiamo parlando del sacchetto di plastica che spesso ci viene dato “gratuitamente“ ma per cui tutti paghiamo un caro prezzo!

  • Costituisce un’inutile spreco di risorse energetiche non rinnovabili, deriva dal petrolio
  • Deturpa e inquina per centinaia di anni ogni luogo del pianeta
  • Per opera di agenti naturali e attraverso scarichi e corsi d’acqua raggiunge mari e oceani dove diventa un serial killer.

I sacchetti uccidono ogni anno oltre centomila esseri viventi: mammiferi marini, tartarughe, uccelli,... che li inghiottono scambiandoli per cibo o che vi rimangono intrappolati morendo per fame o asfissia

ORA LO SAI, PARTI DA QUESTO PICCOLO GESTO PER MODIFICARE STILI DI VITA INSOSTENIBILI, FAI UN USO INTELLIGENTE DELLE RISORSE DEL PIANETA ...."

Borse porta la sporta"Porta la sporta" non è soltanto uno slogan ma è una campagna promossa dall'Associazione Comuni Virtuosi che vuole dimostrare come sia facile modificare stili di vita errati semplicemente diventandone completamente coscienti e attuando semplici accorgimenti per poterli prevenire. Stiamo parlando dell'uso - abuso della busta di plastica che è l'oggetto che più abbonda nelle nostre case (provate a contarle...), che riveste e trasporta OGNI NOSTRO ACQUISTO, un oggetto usato per pochi minuti ma che può durare anche CENTO anni.
Questa campagna si è ispirata e si affianca a molteplici iniziative internazionali che associazioni di diversa composizione, su base volontaria, stanno attivando in ogni parte del mondo (ad esempio il movimento PLASTICBAGFREE CITIES in Inghilterra) dimostrando che è possibile bandire questo oggetto dal nostro quotidiano utilizzando borse e altri contenitori riutilizzabili. Si è scelto la busta di plastica non perché questa da sola rappresenti il principale nemico per l'ambiente ma perché il livello raggiunto nella sua diffusione e la sua presenza pervasiva ne hanno fatto l'ICONA di un consumismo selvaggio e fuori controllo.

Il Laboratorio di Educazione Ambientale di Vicenza sostiene questa iniziativa e invita cittadini, enti pubblici e privati a fare ciò che è di loro competenza per ridurre l'utilizzo di borse di plastica.

Per maggiori informazioni e per aderire alla campagna potete consultare il sito di Porta la sporta.

Se siete una scuola, un ente pubblico, una ditta privata, un'associazione con sede in provincia di Vicenza e volete segnalare il vostro comportamento virtuoso per ridurre l'utilizzo dei sacchetti di plastica potete segnalarcelo inviandoci resoconti dettagliati, foto, filmati, esempi di comunicazione, li pubblicheremo sul nostro sito!

 
<< Inizio < Prec. 11 12 Succ. > Fine >>

Pagina 11 di 12
Joomla 1.5 Templates by Joomlashack