You are here: Home

INFEA News

INFEA News - Veneto - novembre 2014
Oggetto: INFEA News - Veneto - novembre 2014
Data invio: 2014-11-05 08:26:25
Invio #: 61
Contenuto:
INFEA News
Regione Veneto
IN.F.E.A. News Novembre 2014
LampadinaPillole di sostenibilità
Si parla spesso di riciclaggio e molto meno di prevenzione nella produzione di rifiuti eppure gli imballaggi costituiscono il 60% del volume e il 40% del peso dei rifiuti degli italiani, con un surplus nella spesa che varia da un minimo del 20% ad un massimo del 70% .
Anzi, a pensarci bene i rifiuti vengono pagati due volte: prima con la spesa e poi quando devono essere smaltiti!
Ecco allora alcune semplici azioni che possiamo mettere in pratica per ridurre i nostri rifiuti già al momento dell'acquisto:
  • Utilizzare sporte di tela, tenetene una in macchina, una nella borsa, una in ufficio, così da non restarne mai sprovvisti;
  • fare scorta di imballaggi diversi, a seconda delle esigenze, da usare in acquisti successivi, come sacchetti di carta, scatoloni, porta uova...
  • preferire prodotti sfusi, sia alimenti che prodotti per la casa, come i detersivi ormai presenti in molti negozi e supermercati;
  • se lo "sfuso" non c'è, scegliere prodotti concentrati, o ricariche;
  • per la frutta e la verdura scegliere mercati a filiera corta, al vantaggio del diretto contatto con il produttore uniscono anche l'assenza di un imballaggio per i prodotti;
  • preferire il vetro all'alluminio o alla plastica quando acquistate prodotti in scatola, come legumi, tonno, frutta sciroppata...
  • prediligere merce con vuoto a rendere.
Dati tratti da:
Ridurre si può
Informagiovani d'Italia
10 trucchi per evitare gli imballaggi

Questo mese notizie da:

 

Questa newsletter e l'archivio di quelle fino a ora inviate è disponibile a questo indirizzo.

 

ARPAV

ARPAV per la settimana DESS 2014


In occasione della Settimana UNESCO, dedicata al Decennio dell’Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2014 dal titolo: “Per una buona Educ-Azione”, ARPAV intende sensibilizzare i cittadini del Veneto che giornalmente visitano il sito dell’Agenzia (in media circa 6000 utenti), attraverso i progetti di EDUC-AZIONE realizzati seguendo i temi proposti dalle Settimane DESS passate. Dal 24 al 30 novembre il sito ARPAV si aprirà con una pagina dedicata e da questa, tramite link, si passerà agli approfondimenti successivi per fare un bilancio e una raccolta delle buone pratiche e prassi educative che l’Agenzia ha svolto durante il Decennio.



ARPAV - Servizio Ambiente, Territorio e Comunicazione
Centro Regionale di Coordinamento IN.F.E.A.

Via Matteotti, 27 - 35137 Padova
Tel 049 8239382049 8239382 /71
ea@arpa.veneto.it - www.arpa.veneto.it

 

Nodo IN.F.E.A. PADOVA

Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti 2014

Quest'anno la Settimana Europea per la riduzione dei Rifiuti, giunta alla sesta edizione, ha come tema: “Meno spreco alimentare, più cibo per tutti” e va dal 22 al 30 Novembre 2014. Partecipare alla Settimana è semplicissimo: basta scaricare la scheda d'adesione all'edizione italiana della Settimana 2014 direttamente dal sito e compilarla con l'azione che si desidera realizzare.

Molte sono le novità di quest'anno, infatti è possibile partecipare come semplici cittadini, con azioni di riciclo (da abbinare ad una riduzione e/o riuso) e con azioni di pulizia di luoghi abbandonati a loro stessi.

La scheda è disponibile su www.menorifiuti.org e dovrà essere compilata on line, dopo l'avvenuta registrazione sul sito indicato, entro e non oltre il 3 novembre 2014.

Settimana dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile DESS: 2005/2014.

In concomitanza con la settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, si celebra la nona edizione della Settimana dell'Educazione allo Sviluppo Sostenibile (DESS).
L' iniziativa di quest'anno è dedicata al bilancio e alla raccolta delle attività educative svoltesi durante il decennio. Durante la settimana, centinaia di realtà tra Associazioni, Imprese, Fondazioni, Università, daranno il via, sotto la regia della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco, ad un ricco calendario di eventi, convegni, laboratori, escursioni, mostre, giochi, spettacoli etc.
Informambiente parteciperà all’iniziativa con i progetti “Eco Courts” e “Re Future”,quest’ultimo dedicato alle scuole.
Tutti coloro che sono a vario livello coinvolti e impegnati nell'educazione alla sostenibilità possono aderire all'iniziativa, compilando la scheda di adesione sul sito

Progetto: “RE FUTURE” con l' Associazione La Mente Comune

Informambiente, in collaborazione con l'Associazione “La Mente Comune”, promuove il progetto: “Re Future”. Il progetto nasce dall'esperienza del progetto SCRAPout, che ha posto l'attenzione sul lavoro di 18 artisti e designer di fama nazionale, verso pratiche di utilizzo creativo di materiali di scarto.
“Re Future” ha l'obiettivo di affermare la necessità di valorizzare le qualità del presente per costruire ora; è un percorso rivolto al futuro che mantiene come focus l'applicazione del pensiero creativo unito alle tecniche artigianali per la produzione, attraverso il riuso, di beni utili per creare arredi.
Sono coinvolte nel progetto una classe 3^ del Liceo Scientifico “I. Nievo” e le classi 4^ e 5^ dell'Istituto d'Arte “P. Selvatico”, che hanno ideato, progettato e realizzato il bancone e l'illuminazione dell'ecobar che verrà installato all'interno dello spazio dell'Ex Macello di Padova in Via Cornaro 1 dal 21 Novembre al 12 Dicembre durante SCRPout#2 – Upcycling expo.
Si ricorda inoltre che dall'8 al 12 Dicembre 2014 l'Expo sarà aperto a visite guidate, previa prenotazione, condotte direttamente dai curatori della mostra.
Per info e prenotazioni:

lamentecomune.it
progettoscrap@gmail.com
cell:328 9489478328 9489478
PDLaboratorio Territoriale Provinciale di Padova - Informambiente - Comune di Padova
Via dei Salici, 35 (Guizza) - 35124 Padova
Tel 049 8022488 - Fax 049 8022492
informambiente@comune.padova.it - www.padovanet.it

 

Nodo IN.F.E.A. ROVIGO

TERRE, TERritory, eneRgy & Employment-Un Workshop con gli stakeholders locali

La Provincia di Rovigo, partner del progetto europeo TERRE, finanziato all’interno del programma di Cooperazione Transfrontaliera South East Europe - SEE, ha organizzato giovedì 23 ottobre un workshop rivolto agli stakeholders (istituzioni, associazioni, agenzie di sviluppo). L’incontro prevedeva il coinvolgimento ed il contributo dei soggetti locali: è questa infatti un’azione strategica del progetto per poter iniziare a definire un percorso condiviso che consenta di sviluppare progettazioni e azioni per la valorizzazione delle fonti energetiche rinnovabili.
Il progetto TERRE, attraverso la valorizzazione delle risorse naturali e delle fonti energetiche rinnovabili di alcuni territori rurali marginali, individuati all’interno delle aree interessate dal programma SEE, mira a sostenere le economie locali, promuovendo lo sviluppo economico e occupazionale.
Uno sfruttamento attento e integrato di queste risorse, volto alla produzione di energia rinnovabile, infatti, può diventare uno strumento per consolidare le comunità, creando nuove piccole imprese e favorendo nuove opportunità di lavoro.
La Provincia di Rovigo, seguendo le direttive europee del pacchetto 20-20-20, ha da tempo intrapreso un percorso che mira a sviluppare il settore energetico, in particolare per quanto riguarda le fonti rinnovabili, ma attraverso questo progetto potrà avere la possibilità di comprendere appieno quale sia il potenziale complessivo di tali energie sul proprio territorio. Sarà dunque realizzata una mappatura delle potenzialità, con l’obiettivo di verificare le ipotesi di sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili, legate alle risorse del territorio.
terre-project.eu/en


Green School

Il Dipartimento Provinciale ARPAV di Rovigo, l’Ufficio Scolastico Provinciale di Rovigo e il Laboratorio Territoriale Ambientale La.Terr.A Nodo IN.F.E.A. della Provincia di Rovigo, in occasione della Settimana UNESCO DESS 2014 organizzano una lezione didattica rivolta ad una rappresentanza della consulta studentesca e agli insegnanti.
La giornata si propone come mezzo per veicolare contenuti legati alla trasversalità dei temi della sostenibilità ambientale per sensibilizzare giovani studenti e insegnati verso la necessità di un futuro più equo ed armonioso, rispettoso del prossimo e delle risorse del pianeta. A partire dalle esperienze e dalle precise problematiche della quotidianità scolastica, i partecipanti verranno coinvolti in una lezione didattica con lo scopo di riconoscere i vari problemi legati alla sostenibilità nel territorio (uso risorse, riciclo, mobilità, biodiversità, alimentazione), arrivare alla definizione di possibili soluzioni condivise e comprendere che i temi ambientali possono essere affrontati attraverso discipline diverse, favorendo un percorso educativo capace di favorire l’apprendimento e l’intervento efficace sui comportamenti.

Per info Laboratorio Territoriale Ambientale La.Terr.A
Tel. 0425-3868420425-386842 Mail: laterra@agenda21polesine.it


Attività didattica di EA

Il Laboratorio La.Terr.A. ogni anno propone gratuitamente, alle scuole della provincia di Rovigo di ogni ordine e grado, i suoi percorsi didattici di educazione ambientale, mettendo a disposizione materiali, competenze ed esperienze.

I percorsi intendono promuovere la cultura della sostenibilità favorendo comportamenti di cittadinanza attiva come l’utilizzo razionale dell’ENERGIA, dell’ACQUA e la produzione di RIFIUTI; nella consapevolezza che ognuno deve conoscere, rispettare e proteggere l’ambiente in cui vive.
Le attività sono proposte da condividere e personalizzare con l’insegnante considerando le conoscenze pregresse della classe coinvolta e rispetto agli obiettivi previsti dal percorso scolastico.

Per maggiori info cliccare qui
Vi invitiamo a seguire anche la pagina fb dedicata.
ROLaboratorio Territoriale Provinciale di Rovigo - Laboratorio Ambientale La.Terr.a - Legambiente Veneto
Viale della Pace, 5 - 4° piano - 45100 Rovigo
Tel 0425 386842 - Fax 0425 386800
laterra@agenda21polesine.it - laboratorioambientalerovigo.wordpress.com

 

Nodo IN.F.E.A. TREVISO

“Bassa Tensione”, al via il progetto di risparmio energetico per le scuole dell'obbligo in 9 Comuni del territorio trevigiano

Le tematiche energetiche sono oggi fondamentali per un futuro sostenibile e le azioni da intraprendere non possono essere più rimandate. Anche l'educazione in tutto questo ha valore: l’uso responsabile delle fonti energetiche e l’utilizzo di fonti alternative sono conoscenze che devono essere sempre più integrate all’interno dei percorsi scolastici, come previsto dalle più recenti indicazioni europee e nazionali in tema di riduzione delle emissioni di CO2.
Il progetto “Bassa Tensione”, rivolto alle scuole primarie e secondarie di primo grado, e realizzato dalla “Rete ISIDE - Scuole per il risparmio energetico e l'ambiente della provincia di Treviso”, con la collaborazione e il supporto dell'Assessorato all'Ambiente della Provincia di Treviso e del Laboratorio IN.F.E.A della Provincia di Treviso, coinvolge circa 30 scuole dei Comuni di: Caerano S. Marco, Carbonera, Castelfranco Veneto, Conegliano, Montebelluna, Ponte di Piave, S.Lucia di Piave, Trevignano e Treviso.
L'obiettivo è quello di svolgere attività di sensibilizzazione al risparmio energetico ed idrico con oltre 1.200 alunni delle scuole dell'obbligo, al fine di ottenere riduzioni misurabili nei consumi energetici e nelle emissioni di CO2. Per i Comuni il progetto rientra tra le attività intraprese nell’ambito dell'iniziativa europea “Patto dei Sindaci”.
All'inizio di questo anno scolastico, il progetto “Bassa Tensione” è stato inserito nel POF di ciascuna scuola e questo permetterà di costituire una Struttura di gestione EnergiaAmbiente (GEA) al suo interno (nella forma prevista dalle UNI EN ISO 14001) con una politica ambientale ed un sistema di raccolta dei dati di consumo energetico.
A partire da novembre verranno svolte le indagine per valutare l'uso delle risorse energetiche ed idriche in ciascuna scuola. In queste ricognizioni saranno coinvolti direttamente gli alunni delle scuole primarie (classi 5^) e delle secondarie di primo grado (classi 1^), i quali muniti di strumenti di misurazione e schede di valutazione, percorreranno la scuola alla ricerca degli sprechi di energia ed acqua. Il passo successivo sarà quello di individuare il modo per ridurre i consumi, elaborando un Programma di Azioni che coinvolgerà tutta la popolazione scolastica, studenti, insegnanti ed il personale ausiliario.
Tutte queste azioni saranno costantemente accompagnate dalla rilevazione dei consumi, i quali, comparati con i dati storici forniti dai Comuni, daranno un’indicazione sull'efficacia del lavoro svolto da tutte le parti e contribuiranno, al termine del presente anno scolastico, ad individuare le scuole “più virtuose” nell'uso di acqua ed energia con il bando provinciale “I detectives del risparmio energetico a scuola” giunto alla terza edizione.

Alcuni esempi di lavori realizzati dalle scuole nelle passate edizioni del progetto Bassa Tensione

Per info: Rete ISIDE “Scuole per il risparmio energetico
e l'ambiente della provincia di Treviso” c/o IC Stefanini di Treviso
e-mail scuola.ambiente.tv@gmail.com

Notizie dal territorio

Paesaggi che cambiano.

Fondazione Benetton Studi Ricerche di Treviso propone la terza rassegna cinematografica dedicata ad Andrea Zanzotto con un primo ciclo di proiezioni a partire da questo autunno.
I film in programma raccontano le scelte coraggiose e l’impegno quotidiano di alcune persone, storie che rappresentano tante piccole luci in un panorama generale che resta cupo, nel quale la disattenzione a tutti i livelli, l’incuria diffusa, e a volte purtroppo anche una consapevole disonestà, generano nei nostri paesaggi disastri irreparabili. Superando le distinzioni e i generi, che funzionano sempre meno, il programma si apre alla finzione (in un percorso a ritroso di quello iniziato con le rassegne nelle quali erano i documentari a compiere qualche incursione) con un film “narrativo” straordinario, in cui personaggi, storie, musiche e immagini compongono un racconto realistico dei paesaggi devastati del Nordest, descrivendo quei luoghi e quei sentimenti sconvolti che tanto bene Andrea Zanzotto seppe interpretare.

Info e calendario proiezioni sul sito



Acqua: un mondo d’armonia e d’istruzione

Ciclo di conferenze sul tema acqua e le sue moteplici implicazioni. Gli incontri si svolgono nei mesi di ottobre, novembre e dicembre presso l’Istituto Superiore “Giorgio-Fermi” di Treviso e l’Auditorium Chiesa di Santa Caterina a Treviso.
Locandina della rassegna


Trekking d’autunno e speleologia

Continuano le attività all’aperto di trekking autunnale nei boschi del Cansiglio e di speleologia sul Montello di TO SEE travel & outdoor.
Info e programmi sl sito
TVLaboratorio Territoriale Provinciale di Treviso - Servizio Ecologia Provincia di Treviso
c/o Servizio Ecologia
Via Cal di Breda, 116 - 31100 Treviso
Tel 0422 656783 - Fax 0422 582499
mobilita@provincia.treviso.it
- ecologia.provincia.treviso.it

 

 

Nodo IN.F.E.A. VICENZA

SANTORSO, DIPENDENTI “A SCUOLA” DI ACQUISTI VERDI

A ottobre i dipendenti comunali di Santorso “sono andati a scuola” di acquisti verdi, detti anche GPP (Green Public Procurement).
L'iniziativa rientra tra le azioni dell'amministrazione comunale di Santorso a concretizzare gli impegni assunti con il Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile (santorsosostenibile.it).

Il Comune ha infatti promosso un laboratorio formativo per i propri dipendenti, finalizzato ad approfondire le modalità per ridurre l'impronta ecologica della macchina comunale. Buone pratiche negli uffici, maggiore attenzione ai propri comportamenti, ma anche acquisti di prodotti verdi e appalti che sappiano tenere in considerazione criteri ambientali: sono questi i contenuti del percorso formativo che ha coinvolto gli uffici municipali in momenti di approfondimento e attività di tutoraggio lavorativo.
Il corso, organizzato e coordinato con la consulenza di Fondazine Fenice - Green Energy Park di Padova e Punto 3 - Progetti per lo Sviluppo Sostenibile di Ferrara, si è sviluppato in due parti: una prima lezione frontale per introdurre le principali normative al riguardo e una parte di tutoraggio agli uffici addetti agli acquisti, con l'affiancamento di un consulente che, passo dopo passo, li ha accompagnati nella realizzazione di pratiche e procedure per acquisti a ridotto impatto ambientale e finalizzati alla razionalizzazione della spesa pubblica.

VILaboratorio Territoriale Provinciale di Vicenza - Laboratorio di Educazione Ambientale della Provincia di Vicenza
Via S. Maria, 15 - 36014 Santorso (VI)
Tel 0445 6416060445 641606
info@laboratorioambientale.vi.it - www.laboratorioambientale.vi.it

 

Note e informazioni. Questo indirizzo e-mail è stato reperito attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso e-mail o adesioni da noi ricevute. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta. Qualora il messaggio pervenga a persona non interessata e non si desideri più ricevere INFEA News, chiediamo di utilizzare i link sotto riportati per cambiare la propria sottoscrizione. Grazie

 

Redazione IN.F.E.A. News
c/o LABORATORIO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE - VICENZA
Via Pasini 27 - 36015 Schio (VI)
c/o Comune di Santorso - Casa del Custode - Parco Villa Rossi
Tel 0445 6416060445 641606
redazione@laboratorioambientale.vi.it - www.laboratorioambientale.vi.it/news
INFEA News ARPAV

 

a


Iscrizione alle News



Ricevi HTML?

Rete Regionale IN.F.E.A.

ARPAV